EsserGli graditi

creati-per-dare-gloria-a-Dio
Essergli graditi
Luca 2:14
“Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini che Egli gradisce”.
C.E.I : «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama». DIODATI: «Gloria a Dio ne’ luoghi altissimi, Pace in terra, Benivoglienza inverso gli uomini». NUOVA DIODATI: «Gloria a Dio….. , e pace in terra agli uomini, su cui si posa il suo favore». NUOVA RIVEDUTA: «Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini ch’egli gradisce!» RIVEDUTA LUZZI: “Gloria a Dio nei luoghi altissimi, pace in terra fra gli uomini ch’Egli gradisce”!
La versione conosciuta da molti è: “Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini di buona volontà”, o: “Agli uomini che Egli ama”. Può sembrare che sia la stessa cosa, però, una cosa è dire: “Agli uomini di buona volontà”, un’altra cosa dire: “Agli uomini ch’egli gradisce”. ( clik)
Per essere graditi a Lui sono necessarie alcune condizioni. Non c’è un modo particolare per diventarlo, non bisogna nascere biondi o avere gli occhi celesti o appartenere ad un certo ceto sociale. Per esserGli gradito c’è una condizione fondamentale.

Nascere di nuovo: Dobbiamo innanzi tutto riconoscerci peccatori perduti, senza speranza, per diventare figli di Dio ed essere a Lui graditi dobbiamo confessare il proprio peccato, provare dolore profondo per quanto fatto ed essere decisi ad abbandonarlo. Infine lo sguardo di fede rivolto alla croce, farà di noi delle nuove creature che piacciono a Dio: Giovanni 3:3 Se uno non è nato di acqua e di Spirito non può entrare nel regno di Dio ,Bisogna nascere di nuovo, via la vecchia vita, via i vecchi piaceri, interessi, pensieri, “le cose vecchie son passate ecco sono diventate nuove” questo è gradito a Dio di noi, se ci arrendiamo nelle Sue mani, se nasciamo di nuovo. Poi

Riconoscenti: Hai ringraziato Gesù oggi della vita? sei grato a Gesù per quello che fa? Riconoscente è: essere grato per un bene già ricevuto; ha fatto qualcosa per te Gesù? ringrazialo.
La Bibbia ci parla di dieci lebbrosi che vedendo Gesù da lontano gridarono…Luca 17:13 uno solo tornò a ringraziare ma l’unico che ricevette doppio miracolo. Prostriamoci ai piedi di Gesù, Lui ha fatto cose grandi per noi, offriamo gli la nostra riconoscenza, in Colossesi è scritto: Come dunque avete ricevuto Cristo Gesù, il Signore, così camminate in lui; radicati, edificati in lui e rafforzati dalla fede, come vi è stata insegnata, abbondate nel ringraziamento.

Umili: Colui che è gradito a Dio è una persona Umile. Sottomesso, di cuore, paziente, mansueto, casto, puro( beati i puri di cuore o gli umili..) non a caso Gesù ha detto “imparate da me che sono mansueto e umile di cuore”, quando ci umiliamo davanti a Dio allora abbiamo le risposte o meglio gli siamo graditi, è scritto “Se il mio popolo si umilia prega cerca la mia faccia io lo esaudirò dal cielo” il contrario è la superbia, umiltà davanti al Signore lo sappiamo ma anche gli uni e gli altri? allora viene in gioco la superbia: come sono bravo! io faccio tutto quello che il Signore mi dice , non sono come quel pubblicano a no! io io io mi piaccio cosi, amor proprio, non voglio cambiare con nessuno ( ma chi vuole cambiare con te), andiamo al Signore dicendo abbi pietà di me che sono un peccatore Luca 18:14

Ferventi: al Signore non piacciono i pigri! Molto spesso si dice che il Signore salva, allora lo zelo iniziale ci fa essere ferventi, quel primo amore che ci fa correre in chiesa, evangelizzare, ci fa rinunciare a tutto pur di stare con chi ama Gesù, non è vero? molti credenti continuano a vivere cosi ma molti no sentiamo dire con rassegnazione: “Ah, quello è il primo amore”. Dio vuole che viviamo continuamente con questo forte sentimento per Lui. Solo allora potremo esser Gli graditi. Gesù rimprovera la chiesa di Efeso dicendo: Apocalisse 2:1-5 Lo zelo deve sempre animare al vita del credente Romani 12:10-11 per servirlo e per esser Gli graditi la nostra vita deve essere animata da questo zelo, che unito alla conoscenza della Sua Parola , ci spinge a consacrarci a Lui ed operare con entusiasmo e non fiaccamente; Quindi non siamo destinati a perdere il “primo amore” o lo “zelo iniziale” dipende da noi se vogliamo essere uomini e donne graditi da Dio, c’è un ultima caratteristica
Soltanto desideriamo che ciascuno di voi dimostri sino alla fine il medesimo zelo per giungere alla pienezza della speranza” (Ebrei 6:11).

Perseveranza: Matteo 24:10-13 questa è la promessa fino alla fine dei tuoi giorni studiati, studiamoci di essere uomini graditi a Dio, tutti i giorni, non la domenica solo ma con perseveranza i primi cristiani era sempre insieme, assidui al tempio, nel rompere il pane, in comunione fraterna, perché Gesù aveva detto io torno presto, aspettatemi, state uniti fermi nella fede…Ebrei 10:23-25.

Conclusione: Il giorno è vicino, Gesù ritorna, Gloria a Dio nei luoghi altissimi e pace in terra a gli uomini che Egli gradisce! Fai parte anche tu di questi uomini? Per fede Enoc …Ebrei 11:5 Uomini che Egli gradisce, uomini nati di nuovo rigenerati ; pieni di ringraziamento che lodano sempre il Signore; umili e mansueti con lo stesso sentimento che è stato di Cristo Gesù ; ferventi, ripieni di zelo dato dal Vangelo della pace per servire il Signore; perseveranti fino alla fine della venuta del nostro Signore e Salvatore Cristo Gesù il benedetto in Eterno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...